Qualche piccola considerazione semiseria per chi ha la passione della fotografia e si muove con moglie e figli e non vuole perdersi neanche uno scatto.

  • Non importa quanti anni hanno i vostri figli, se vi vedranno scattare vorranno farlo anche loro quindi mettete nel budget una compatta da dare loro. Oltre a questo mettete in conto che quando scaricherete le foto sul computer dovrebbe per forza pubblicare anche quelle fatte dal resto della famiglia (e non vi stupite se saranno più belle delle vostre).
  • Regola imparata al tempo degli scout: portate solo quello che potete trasportare. Considerate che nessuno della famiglia sarà disposto a incollarsi un cavalletto o un pesante teleobiettivo mentre è quasi sicuro che dovrete portare voi borse, giacche, zaini, acqua e viveri per il resto del gruppo quindi fate in modo che la vostra attrezzatura fotografica occupi meno della metà dello spazio e del peso che potete permettervi.
  • Vista la presenza di moglie e figli non riuscirete mai a pianificare un orario con precisione perciò dotatevi o di un cavalletto e/o di un fisso la cui luminosità inizi con 1. Tutte le marche hanno nel loro listino un 50 mm 1.8 piuttosto accessibile e girano nell’usato cinquantini 1.4. Il cavalletto è forse l’accessorio più importante, il primo da comprare dopo il corpo e il primo obiettivo perchè vi permette di fare foto che altrimenti semplicemente non fareste. Il fisso luminoso invece vi permette di compensare una parte del ritardo accumulato quando arriverete finalmente nel posto da voi scelto e la luce sarà ormai poca. Una lente 1.4 vi permette di guadagnare almeno mezz’ora, forse un’ora rispetto a uno zoom economico che parte da 3.5.
  • Nonostante le insistenze della moglie portatevi sempre la macchina quando scendete, fosse anche per accompagnarla a guardare una vetrina esotica; lo spunto migliore vi si presenterà sempre quando non avete la macchina a portata.
  • Per lo stesso motivo non fate mai mettere a posto la borsa fotografica a vostra moglie quando caricate la macchina, non la troverete mai più. Un buon trucco è fare finta di dimenticarla a casa e ricordarsene quando state per partite ed è troppo tardi per smontare tutta il bagagliaio e l’unico posto disponibile sarà sulla cappelliera o in cima agli altri bagagli.
  • Dimenticatevi foto a lunga esposizione, una macchina su un cavalletto rappresenta una tentazione irresistibile per la vostra prole che toccherà, inciamperà e ribalterà senza pietà il treppiede. L’unica salvezza è saldarlo al terreno ma non è praticabile.
  • Controllate sempre di avere pile di riserva e una scheda di memoria, altrimenti verrete sbeffeggiati dalla famiglia per le prossime 5 vacanze.
  • Ju Jitsu ’17
    Ju Jitsu ’17
  • CrossFit ’17
    CrossFit ’17
  • CrossFit ’16
    CrossFit ’16
  • Avezzano abbandonata
    Avezzano abbandonata