Reflections in Orbetello

Avendo un appuntamento ad Orbetello nel pomeriggio ho pensato che una laguna e un tramonto avrebbero offerto qualche spunto. Sono arrivato tardi, quando ormai la luce stava scendendo e non ho avuto il tempo di poter girare con calma per cercare qualche spunto fantasioso. Mi sono quindi limitato a qualche scatto molto classico dallo stile che potrei definire da “cartolina”.Non ho fatto molta selezione, posto la maggior parte delle foto cui ho dedicato uno sviluppo che mettesse in risalto i colori splendidi che sono usciti a quell’ora dove il rosa del tramonto si fondeva con l’azzurro del mare. Nonostante avessi il tele ho realizzato che ero troppo corto per le mie intenzioni, la bandiera dei pirati piantata tra le reti meritava un primo piano che non ho potuto realizzare. Continuo a pensare che gli estremi siano di gran lunga più interessanti delle vie di mezzo e ora quando fotografo qualcosa che non siano persone o cerco la vicinanza estrema o il grandangolo esagerato, non riesco a trovare ispirazione con le focali “tradizionali” come il 50 millimetri, almeno non in questo periodo.

Foto forse banali nel soggetto ma il risultato mi piace decisamente, mentre scattavo e guardavo nel display ero molto contento e il risultato finale ha mantenuto le attese che nutrivo per questa piccola sessione fotografica. Un esercizio tecnico su un tema abusato come il tramonto ma i colori e i riflessi perfetti sono stati una tentazione irresistibile.